i veri grandi della storia universale o sapevano meditare o conoscevano, sia pure inconsapevolmente, la via per giungere là dove ci porta la meditazione

“Quanto più pretendiamo da noi o quanto più il nostro compito pretende da noi di volta in volta, tanto più dobbiamo fare assegnamento su quella fonte di energia che è la meditazione, sul sempre rinnovato accordo dello spirito e dell’anima.
E quanto più intensamente (potrei addurre parecchi esempi) un compito ci tiene occupati e ora ci sprona e innalza, ora ci stanca e deprime, con tanto maggior facilità trascuriamo questa fonte, come chi si accanisce in un lavoro mentale è incline a trascurare il corpo.

I veri grandi della storia universale o sapevano meditare o conoscevano, sia pure inconsapevolmente, la via per giungere là dove ci porta la meditazione.
Gli altri uomini, anche i più intelligenti e robusti, hanno finito col naufragare e soccombere perché il loro compito o il loro sogno ambizioso era giunto a dominarli e li ossessionava a tal punto da renderli incapaci di staccarsi dall’attualità.

Bene, son tutte cose che sai, che s’imparano coi primi esercizi. E sono inesorabilmente vere. Quanto siano vere si vede soltanto allorché si è smarrita la via.”

Hermann Hesse, “Il giuoco delle perle di vetro”.

immagine: “Maria Magdalena in meditazione” di Jusepe de Ribera.

Annunci

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...