Significato di “Nosce Sauton”.

Nosce te ipsum” raccomandavano i latini,
“gnothi Sauton consigliavano i greci,
“conosci te stesso” ribadisce questo blog oggi.

Nel putiferio di novità superficiali, neologismi inutili, progressi illusori e comodità superflue, queste parole sono state custodite dai più attenti, dalle menti illuminate.

Prendiamole come un dono e approfondiamone il significato con questa comune ricerca esistenziale.

Hans Brasens, Morning greetings


E-mail: noscesauton@gmail.com


Nosce Sauton è un progetto di consigli di lettura, di aperta discussione, senza scopo di lucro


Il quadro che incarna questo blog è di Hans Ole Brasen e si intitola “Morning greetings”. Meraviglioso. Per me, pur non conoscendo a fondo l’intenzione del pittore, questo quadro è una rappresentazione attenta dell’esistenza umana.

Un essere umano, molto meglio, la donna – la generatrice della vita (insieme ad altre due: l’acqua e il sole), su questa spiaggia desolata, in completa solitudine di fronte alla natura.
Spoglia; perché d’altronde è questa la nostra condizione “naturale”, perché tutte le “vesti” fisiche o intellettuali che ci mettiamo non sono che vacue protezioni e rassicurazioni. Così indifesa eppure sopravvive, forse perché c’è qualcosa all’orizzonte che la tiene in vita, o forse perché così è necessario. Questo è l’equilibrio e pur annegando di proposito non lo sbilancerebbe di un grammo.

Immensa o minuscola; così come nella vita anche qui non ci sono altri riferimenti se non l’essere umano e la Natura, non capisco se questo essere vivente è grandioso, un gigante, o insignificante, sperduto su una spiaggia nell’universo sterminato.

Il sole; oh quanti significati… incarna tutto ciò che sappiamo e non. Di fronte ad esso, in ginocchio quasi in segno di preghiera, oppure in atteggiamento di osservazione scientifica? In fondo c’è poi tutta questa differenza tra i due approcci alla vita? E di nuovo, anche esso è lì, sembra quasi minuscolo che si possa toccare, prendere in mano…

In fondo, l’essere umano cos’altro fa se non questo:
Nel suo stato momentaneo, nell’ignoto, sprovvisto di solide difese, non gli rimane che osservare con curiosità la vita, dare dei nomi di divinità a ciò che lo circonda o a ciò che non capisce o a ciò che è oltre l’orizzonte, porsi degli obbiettivi o non fare altro che ascoltare il suono delle onde che si frantumano sulla sua esistenza…
Si ribella o si rassegna. Scopre o dimentica. Si realizza o annega.

Ma tutto ciò lo compie su questa spiaggia, con il sole lontano e le onde vicine.

Annunci

34 Comments

  1. Ciao “Nosce Sauton” grazie per aver deciso di seguire il mio blog. Come avrai notato è solo agli inizi (l’ho iniziato solo ieri), ma spero possa migliorare sempre più.
    Noto, invece, che il tuo blog è molto bello e ben fatto!! Complimenti. Se potrò approfittare della tua esperienza, in seguito ti chiederò come poter mettere alcune funzioni che trovo molto utili e stimolanti.

    Un caro saluto

    Mi piace

  2. Come scrive Friedrich Hölderlin: “È un eterno mistero! Ciò che noi siamo e cerchiamo, non possiamo trovarlo; quello che troviamo, non siamo”. Studiare il sé è dimenticare il sé, per lasciarsi illuminare da ogni cosa… ben sapendo che le cose, nella loro rigidità e permanenza, non esistono, sono soltanto labili proiezioni della nostra coscienza.

    Piace a 2 people

    1. la ricerca è sempre presente perchè la quotidianità in un momento critico della vita non soddisfa più le esigenze mie avvertendo oltre la quoidianità un collegamento interiore con un altro “mondo” che per ora non so definire.So che questo Collegamento mi è necessario non per dare senso alla mia vita ma per “anticipare” le mi testimonianze sul dopo.testimonianze che non sono atti umani ma delle folgorazioni che ogni ti accendono alfredo

      Piace a 1 persona

  3. Ciao, innanzitutto grazie per il passaggio sul mio blog, ancora in costruzione come avrai visto; il tuo blog è molto interessante davvero e ben fatto! Spero si attivi un proficuo scambio di pensieri e punti di vista! Un saluto!
    Flavia

    Mi piace

    1. Grazie davvero di cuore per il tuo tempo e, sopratutto, per la tua sensibilità.
      Le letture meditative che raccolgo qui hanno tutte il comune dominatore della ricerca esistenziale, sono molto lieto che tu ne abbia colto la specialità.

      Mi piace

  4. Ma guarda che commento mi è arrivato sulla mia mail in risposta del mio fatto a te in questa occasione (e che non risulta qui sul tuo post).
    Questo Qualcuno mi inquieta, mi fa l’effetto di quelle entità invisibili che ci circondano senza che noi lo sappiamo…

    “A Qualcuno è piaciuto un commento su Nosce Sauton

    A Qualcuno è piaciuto il tuo commento su Significato di “Nosce Sauton”..

    “girando per i blog, direi che sei il n° 1. Il timore è che tu resti unico o…”

    Mostra commento

    Potresti essere interessato nel vedere cosa stanno facendo! Magari ti piaceranno i loro blog così come a loro è piaciuto il tuo commento!”

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...