in Dostoevskij realizziamo sorpresi di aver già incontrato prima dentro di noi, il sentimento che ci mostra, o di averlo intravisto negli altri in qualche momento d’intuizione

“Quando, nel “Eterno marito” di Dostoevskij, Velcianinov rimugina sul rasoio macchiato di sangue, si getta senza fare una piega nel … Altro